27 novembre 1948

Salvador Dalì
Prima mostra italiana
Locandina

Bibliografia
Ang., Il Pennello di Salvador Dalì, Il Lavoro nuovo, Genova 2 dicembre 1948; C.M., Salvador Dalì all’Obelisco, L’Unità, Roma 2 dicembre 1948; G. Peirce, Tecnicolor e surrealismo nei bozzetti di Salvator Dalì, Avanti, Roma 2 dicembre 1948; s.a, Scene ammoniacali, costumi morfologici, Corriere d’Informazione, Milano 3 dicembre 1948; E.G., Mostre Romane:Dalì, La Fiera Letteraria, Roma 5 dicembre 1948; S.Marini, Salvador Dalì, Il Giornale della sera, Roma 5 dicembre1948; G.Etna, Dalì, Il Giornale del Mezzogiorno, Roma 13 dicembre 1948; Polignoto, Dalì, L’Europeo, Milano 19 dicembre 1948; E.Contini, Dalì a Roma senza scafandro, Risorgimento, Napoli 17 dicembre 1948; A.del Massa,Salvador Dali’, Brancaleone, Roma 11 dicembre 1948

 

 

 

Il 26 novembre al Teatro Eliseo di Roma va in scena la prima di Rosalinda o Come vi piace, commedia in tre atti di William Shakespeare, nell’edizione della Compagnia Italiana di Prosa diretta da Luchino Visconti. Il direttore dell’allestimento scenico è Franco Zeffirelli, mentre la scenografia e i costumi sono di Salvador Dalí.. In occasione della rappresentazione, le Edizioni d’Arte Carlo Bestetti (collezione l'obelisco) pubblicano il volume "Come vi piace" dove compaiono le riproduzioni delle scene e dei costumi realizzati da Dalí. 
Nel libro si può leggere una presentazione di Luchino Visconti in cui il regista racconta l’incontro con Dalí e la loro successiva collaborazione; di particolare interesse è anche un testo dello stesso artista catalano, intitolato Bonjour, che utilizza queste parole per descrivere le sue creazioni: «Le mie scene si ispirano ad un mimetismo autunnale, ammoniacale,  sterilizzatissimo; i miei costumi sono morfologici, e, per meglio servire i miei spettatori, anche profetici». 
È presente anche uno scritto di Irene Brin che descrive come Dalí e Gala passassero le giornate mentre il pittore ideava i costumi e la scenografia per quest’opera teatrale. Luchino Visconti ha dato a Dalí la possibilità di esprimersi liberamente e Eva Mangili la massima disponibilità nel realizzare imprese apparentemente impossibili. 
Il giorno seguente la prima dello spettacolo, la Galleria dell’Obelisco di Irene Brin e Gaspero del Corso presenta la prima esposizione personale di Dalí in Italia. La mostra è legata alla rappresentazione di Rosalinda o Come vi piace e vengono mostrati, per la prima volta al pubblico, i bozzetti per i costumi e le scene realizzati da Dalí. 
Il contratto stipulato tra Dalí e Visconti prevedeva che, terminata l’esposizione, i bozzetti realizzati dall’artista rimanessero di proprietà del regista.

Fonte "Cronologia di Dalí in Italia"

 

comevipiace-48 comevipiace comeviparerosalinda-48 comevipiacececilia-48 comevipiaceganzimede-48 comevipiacevaneur-48 image editing javascript ajaxby VisualLightBox.com v6.0